Verein Cordia

La Liuteria Tirolese

La liuteria tirolese può vantarsi di una lunga e gloriosa tradizione. Già nel XVII secolo l‘abete tirolese era utilizzato dai più famosi liutai italiani per la costruzione dei loro pregiati strumenti. In quel periodo operavano in Tirolo liutai di grande fama, quali Stainer (Innsbruck), Albani (Bolzano), Goffriller (Bressanone) e i loro strumenti vengono oggi ricercati e suonati da rinomati artisti. Prima che la loro fama venisse confinata a un ruolo marginale dall’arte liutaia di uno Stradivari o un Guarnieri, i violini dei liutai tirolesi erano ricercati dai grandi maestri violinisti italiani. L’associazione Cordia si è posta l’obiettivo di rendere omaggio alla grande tradizione con varie iniziative, atte anche a stimolare una rinascita di questa arte un tempo così famosa in tutto il paese.

Infatti, i legni delle valli tirolesi – e negli ultimi anni soprattutto della Val Pusteria – vengono ancora oggi ricercati per la costruzione di pregiati strumenti e l’arte della liuteria ha ritrovato anche in Tirolo giovani artefici ai quali si affiancano un gran numero di dilettanti che si dedicano con passione e grande cura a questa arte così ricca di tradizione.

Sono d'accordo che l’Associazione Cordia possa informarmi in merito ad argomenti appositamente selezionati. I miei dati verranno usati esclusivamente per questo scopo. In particolare, non è concessa alcuna divulgazione a terze parti non autorizzate. Sono consapevole di poter revocare il mio consenso in qualsiasi momento con effetto futuro. Posso farlo attraverso i seguenti canali: elettronicamente tramite un link di cancellazione nella relativa newsletter, via e-mail a: info@cordia.it o per posta a: Associazione Cordia, Via del Castello 1, 39031 Brunico (BZ). Viene applicata la informativa sulla privacy della Associazione Cordia, che include anche ulteriori informazioni sui modi per correggere, eliminare e bloccare i miei dati.